vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Colleretto Castelnuovo appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Storia

Il luogo era abitato probabilmente già 8000 anni fa infatti sono state trovate 2 asce in pietra verde (clociti) realizzate in tutto il Nord Piemontese, note per la loro durezza erano infatti esportate in mezza Europa neolitica.
Dal V al I sec. A.C. - Tutta la zona è occupata dal popolo Celtico dei Salassi (Celti della Valle D'Aosta e del Canavese) parenti forse dei Graioceli , più a Est che hanno dato il nome alle Alpi Graie come i Cozi (Re Cozio) più a Sud-Ovest che diedero il nome alle Alpi Cozie.
I Salassi lottarono per 118 anni ma alla fine del I sec. A.C. tutta la zona viene purtroppo occupata dopo l'intervento di Aulo Marrone luogotenente dell'imperatore Ottaviano Augusto.
Alcuni reperti fittili Celtici sono stati recuperati all'interno dell'area Comunale di Colleretto , molti nomi e parole dell'attuale dialetto sono attribuite sicuramente alla lingua Celtica.
Intorno all'anno 1000 la zona è feudo degli Arduinici - Arduino d'Ivrea (955-1014) è diventato primo Re d'Italia nel 1002 e i suoi eredi Conti di San Martino, edificano il Castello di Colleretto.
XIV secolo - Una rivolta popolare sconvolse tutto il Canavese, è chiamata la rivolta dei Tuchini (da Tuch-un - tutti per uno) e il Castello viene seriamente danneggiato nei vari scontri.
XVI secolo - Gli abitanti sono vessati da scorribande Francesi, che uccidono e derubano , ancora una volta il castelo viene distrutto.
XVII secolo - Il paese è noto come "Coriletus" spirgato dal noto storico francese Du Gange (1610-1688) come - Hor-tus-Rusticus (case rustiche tra gli orti).
Nel 1707/1796- Nel 1707 nell'allora nominato colle di Crosilietto (oggi Santa Elisabetta) viene edificato un piccolo Santuario per una serie di miracoli ben descritti in un documento dell'epoca.
Nel 1796 a lato dello stesso viene costruito l'attuale Santuario dedicato alla Madonna della Visitazione in cui è collocata una bellissima icona , con la "visitazione di Maria Santissima a Santa Elisabetta", dipinta dal noto pittore Defendente Peraracino di Celino in Valsesia morto nel 1810.
Primi 800 - Napoleone entra in Italia dalla Valle d'Aosta, conquista Ivrea e invade il Canavese, anche il nostro Comune deve sopportare le angherie dei soldati francesi e altri sbandati.
Fine 800/Primi 900, il periodo della grande crisi, provoca l'emigrazione di molti Collerettesi che vanno in America, in Australia, Argentina, Russia, Cina e altri paesi. Molti di loro si dimostreranno abili imprenditori e verranno riconosciuti come instancabili lavoratori ottenendo importanti successi.

Il mistero di Pian Francese e Vallossaria

La prima è una Valle tra i due monti principali a circa 2000 metri, dove in epoca imprecisata si narra avvenne una battaglia tra i Francesi e Inglesi . Mentre la seconda, più in basso, in dialetto significa "Valle delle ossa" e pare tosse il cimitero dei caduti nella battaglia stessa.